jump to navigation

Vi saluto… a domani. 28 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Argomenti vari.
Tag:,
i commenti sono chiusi


Questa settimana passa lentamente, ed io sono distrutta in tutti i sensi di questa parola… una stanchezza addosso micidiale!!!
Non altro da scrivere per oggi, sono molto giù e non ho grande novità…
Vi auguro un buon fine di giornata… a domani, sperando che starò meglio… perché questo stress mi logora.

Baci…

Muriel

ps: grazie per i vostri commenti e pareri, mi siete di aiuto… almeno posso scambiare pareri con qualcuno… mi sento cosi sola da anni.
Esprimermi con voi mi fa bene… mi aiuta.

Nemmeno la palestra stasera mi aiuterà… me lo sento… 28 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Argomenti vari.
Tag:, , , ,
i commenti sono chiusi


Non sono nemmeno le 14 e sono distrutta, stanchissima, stressata al massimo, sento i miei muscoli che si tendono da soli (bruttissimo segno che la fibromialgia sta tornandomi), voglia zero di fare nulla… a parte dormire, ieri sera mentre guardavo in cassetta super car sono colassata dal sonno… e mi sono risvegliata 2 ore dopo quando Fil è tornato a casa.
In questi tempi non ne posso più… non ho troppo tempo per riprendere forze, ed in palestra ne spenderò molte… quindi tornerò stasera a casa strisciando per terra!… Che vita!… non ne posso più!
Sono stufa!

Come vorrei ricominciare a dipingere… 28 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Argomenti vari.
Tag:, , ,
i commenti sono chiusi


Avete presente il dipingere con i numeri, come Julia Roberts parlava in “Monalisa Smile”, beh io per un bel pò ho dipinto i capolavori di Van Gogh, Sezanne, Monet, Renoir, seguendo quella tecnica, e devo dire che oltre a calmarmi mi dava anche molto soddisfazione quando terminavo un quadro.
Vorrei ricominciare… mettermici lì ogni tanto e non pensare più a nient’altro… rilassarmi… vorrei proprio farlo!

Quando una cosa nasce storta… 28 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Argomenti vari.
Tag:, , ,
i commenti sono chiusi


E come le giornate storte quando nascono storte finisco peggio..
Beh per la mia famiglia è la stessa cosa, ho sempre sgobato di situazioni che nemmeno c’entravo…
Non voglio dovere cambiare di nuovo me stessa per andare d’accordo con mio padre, mentre lui non cambierà una virgola del suo comportamento… e sopratutto non voglio sentirmi colpevole di sbagli che non ho!
Ho 30 anni, e sono abbastanza adulta per sapere quello che mi sento di fare e non fare… mi dispiace se non cosi schietta da dire quello che penso sempre, valore che ormai nella nostra società è quasi scomparso per fare posto a l’apparenza ed alla falsità… io non farò mai parte di tutto ciò…
Io alla mattina da tempo sono piegata in due dalla colite talmente sono nervoso e stressata, mio lui dopo tutto quello che ha fatto (dipingere e altro,…) domenica aveva solo voglia di una cosa sola… dormire… ci siamo alzati prima delle 7 per fare colazione insieme e salutarli… ma no non bastava ancora per mio padre… bisognava fare la scena tipo salutare alla finestra come nei film… mi sembra un bambino vizziato che non è mai contento di nulla… ma poi il motivo reale non era quello, era che si era offeso delle cose che gli avevo detto il venerdi sera su situazioni di famiglia di ben 25 anni fa, cose che avevo detto in tutta sincerità senza dare tutti gli sbagli ad una persona sola… ma dando i sbagli a tutta la famiglia nell’insieme, se se la prende cosi tanto è perché il signorino sa di avere sbagliato molto ed in molte situazioni, ma non lo ammetterà mai… piuttosto raggirerà ancora la minestra dicendo che è tutta colpa di qualcun’altro ma non di lui, come ha sempre fatto in tutti questi anni!

Io non sono più disposta a farmi trattare pesci in faccia per i suoi capricci, non accetto i capricci da parte del mio lui figuriamoci da parte di mio padre! Sono paziente ma tutto ha un limite!

Ho già accettato fintroppo da parte sua, non ero contenta del momento che aveva scelto per venire qui, perché eravamo più che in difficoltà con i soldi, con la casa in cantiere, ect, ect,… mica perché non volevo vedergli.
Se lui fraintende tutto non è colpa mia… ma i mal di pancia… le sto passando io adesso non di certo lui, ho deciso che per un pò preferisco non sentirlo… meglio cosi che litigare direttamente, tanto non acceterà mai di avere sbagliato!

Io ho fatto il possibile… di più non riuscivo a fare… ora prendo atto della sua mail e sto in silenzio con lui se le cercata lui!

Pausa pranzo inutile… 28 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Argomenti vari.
Tag:, ,
i commenti sono chiusi


Fatto sta che ora ho lo stomaco bloccato quindi chissà cosa mangierò, ho speso tutti i soldi a disposizione per quando c’erano loro qui, e fino al 12/03 non avrò lo stipendio mio… bella situazione vero?

E’ proprio per questo genere di motivi che sono molto sceptica a fare un figlio, non voglio assolutamente che mio bimbo venga a fare la stessa fine che quella che ho fatto io con la mia famiglia… e quindi questi fatti mi bloccano nel mio percorso di andare oltre alle mie paure e pensare che la mia propria famiglia andrà diversamente di quella che mi ha messo al mondo.

Io sono drastica, ma sono troppi anni che sopporto questo genere di cose, che la colite e fibromialgia mi sono venute per il troppo stress… è troppo tempo che sopporto di tutto e che non ho mai pace… ora sono drastica ma è l’unico modo che ho per vivere meglio.
E’ triste da dire ma è cosi.
Io non riesco ad odiare, ma alla lunga di soffrire e sopportare di tutto da qualcuno non riesco più a perdonare! E questo è un dato di fatto!

Ora devo cercare di calmarmi e provare a mangiare con calma, se no stasera in palestra sarò stroncata dal male di stomaco.

a dopo…

Muriel

Cambiamo discorso…. News varie sulla salute. 28 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Senza categoria.
Tag:, , , , ,
i commenti sono chiusi


I falsi miti sotto le lenzuola
Le più grosse bufale sul tema “sesso”

Sesso. Tutti ne parlano, tutti ne scrivono. I consigli per farlo meglio, più velocemente, più intensamente si sprecano. Le leggende su posizioni, dimensioni e prestazioni fioriscono. Ma quanto c’è di vero e quanto di luoghi comuni? Studi di psicologia e sociologia hanno messo in evidenza alcuni grossi falsi miti, per rivedere le convinzioni comuni in fatto di sesso e rendere meglio sotto le lenzuola.

Le “bufale più comuni in materia di sesso, come riferisce il quotidiano tedesco Die Welt, sono sette.
1) Gli uomini lo voglio fare più spesso delle donne – Il clichè vuole che siano gli uomini ad insistere quando si tratta di fare sesso. Lui vuole, lei ha mal di testa, lui ha voglia, lei è stanca…Le cose non stanno propriamente così. Secondo gli esperti il 50% delle coppie felicemente sposate o conviventi hanno desideri sessuali “paritari”. Del restante 50% un quarto vede gli uomini più “vogliosi” delle donne e un quarto le donne. Anche se di queste donne, che hanno più spesso voglia di fare sesso degli uomini si parla poco. Come del resto poco si parla di quegli uomini che hanno raramente desideri sessuali. Poco conformi al clichè ormai comunemente accettato sulla materia.

2) Insieme al precedente da sfatare è un altro dei grandi miti sbagliati sul sesso, causa di molti problemi psicologici e di coppia: più “lui” è grande, più lei prova piacere. Una grande bugia che tuttavia fatica a morire. “Il piacere non si misura con il righello”, afferma Emanuele A. Jannini, professore di sessuologia l’Università dell’Aquila. E’ molto più importante la qualità dell’erezione. Inoltre, come spiega un sondaggio condotto dall’Università di Zagabria, l’85% delle donne non gradisce il superdotato

3) Il sesso funziona anche se il resto va male – L’uomo non si può scindere. Da una parte ha a che fare con un lavoro insoddisfacente, pochi amici, pochi hobby e una vita insoddisfacente e dall’altra sprizza di sessualità e piaceri della carne? Studi scientifici affermano l’esatto contrario. Uomini e donne che sono soddisfatti della vita che conducono sono anche i più felici nella relazione di coppia. E le stesse donne e gli stessi uomini, sempre secondo le statistiche, lo sono anche con la loro vita sessuale. Del resto è una legge che vale sempre nella vita, chi ha, riceve anche.

4) Il sesso con un solo partner alla lunga annoia e stanca – E’ il tema che fa più discutere e di cui si dibatte di più. Le sentenze si sprecano e tra le più comuni, quella tramandataci dai nostri genitori e nonni: la coppia scoppia dopo sette anni. Ma i termini di “sopportazione” accanto allo stesso compagno o alla stessa compagna si accorciano anno dopo anno. In realtà non esiste nessuna ricerca scientifica che provi questo tipo di affermazione. Il desiderio non è più lo stesso, e allora? E’ male? Nelle coppie in cui i partner sono davvero vicini, anche la vicinanza fisica diventa più intensa con gli anni. Le scintille del periodo iniziale, quando l’innamoramento scuote il corpo con una carica di ormoni, scema con il tempo. Al suo posto però l’erotismo diventa più interiore ed intenso. Ma questo vale solo per le coppie, che vivono in armonia la loro relazione.

5) Pensare ad un’altra o ad un altro durante il rapporto non significa che la storia è in crisi. – Non c’è niente di male nei sogni hard a occhi aperti. Le fantasie sessuali fanno parte della vita di coppia, specie se di lunga durata. Del resto sono in molti ad affermare che il più potente organo sessuale sia il cervello.

6) La passione resta – Che il desiderio sessuale col tempo si affievolisca è normale. Un cinquantenne è in genere meno attivo sessualmente di un trentenne. Lo stesso vale per le relazioni di lunga durata: coppie con due anni di convivenza alle spalle faranno quasi sicuramente più sesso di coppie che di anni insieme nello stesso letto ne hanno già passati venti. E gli studi scientifici lo confermano. Come confermano che non serve a nulla contrastare questo andamento, del tutto naturale, delle cose. Tra gli esseri umani infatti le cose vanno diversamente che fra gli animali. Per i primi la sessualità è inscindibile dalla vita sentimentale. Se i sentimenti si “sgonfiano” l’unica strada da percorrere è quella di alimentare e migliorare la soddisfazione reciproca. L’insoddisfazione subentra ad esempio se in una relazione di coppia i lavori di casa vengono divisi in maniera diseguale. Gli esperti lo confermano. In matrimoni in cui la donna abbia l’impressione che il contributo maschile alla gestione casalinga sia esiguo, sia da parte di lei che da parte di lui si registra una diminuzione della soddisfazione sessuale. Al contrario se lei ha la netta impressione che lui partecipi attivamente ai lavori di casa, entrambi risultano più soddisfatti anche sotto le lenzuola. E lo stesso vale in presenza di una divisione dei poteri diseguale nella coppia. Se è lui ad avere sempre l’ultima parola, la sessualità di coppia ne risulta in qualche modo negativamente influenzata. Sia gli uomini che le donne risentono fortemente della cosiddetta parità dei diritti sessuale. Già 100 anni fa il famoso austriaco Alfred Adler criticava la supremazia degli uomini nelle relazioni, sostenendo che solo un bilanciamento dei poteri fosse il giusto nutrimento per la felicità sessuale e sentimentale di una coppia.

7) Due volte alla settimana è la giusta frequenza Gran parte dei problemi nascono, secondo gli esperti, da aspettative non realistiche. Non esiste una frequenza ideale di rapporti sessuali settimanali o mensili. E ogni aspettativa provoca esattamente il contrario. Più alta essa è, minore sarà il risultato e più probabile la perdita di desiderio sessuale. E poi le statistiche non fanno che ripeterlo, le donne italiane sono le più soddisfatte in Europa e quelle che vantano una più intensa vita sessuale. Qualcosa vorrà pur dire?
****************************************************************************

Il bebè arriva… con un cono
Il gelato dà più chances di avere bimbi

Chi desidera un bimbo a tutti i costi e ama il gelato, ha una freccia in più al suo arco: sembra infatti che il goloso alimento, sia esso alla frutta o alla crema, dia maggiori possibilità di avere il tanto desiderato bebé. Ma attenzione: la cicogna è amica non solo di coni e bicchierini, ma anche del latte intero, mentre hanno effetto opposto i latticini light. Per questo motivo, chi sogna un fiocco rosa o celeste farà bene a limitare il consumo di yogurt e latte scremati. Questi prodotti aiutano infatti a mantenere la linea, ma possono dare qualche problema di fertilità, ostacolando l’ovulazione.

Lo hanno scoperto gli studiosi del dipartimento di nutrizione dell’Harvard School of Public Health di Boston, nel Massachusetts, in uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Human Reproduction. Secondo gli esperti, numeri alla mano, le aspiranti mamme che consumano almeno una porzione di latte o latticini ad alta percentuale di grassi al giorno riducono di oltre un quarto (27%) il rischio di infertilità per mancanza di ovulazione rispetto a quelle che li assumono solo una volta a settimana o anche meno. Al contrario, chi consuma in abbondanza latte e latticini light, ossia almeno una porzione quotidiana, vede lievitare il pericolo di infertilità legato alla mancanza di ovulazione (85%).

In testa alla classifica degli alimenti a base di latte, amici della culla c?è proprio il gelato. Jorge Chavarro, ricercatore a capo dello studio, sottolinea però la necessità di approfondire gli studi per indagare il legame tra latticini e fertilità, anche perché le linee guida alimentari americane raccomandano agli adulti di consumare tre o quattro porzioni di latte o latticini a basso contenuto di grassi al giorno.

Questo genere di cose… 28 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Argomenti vari.
Tag:, ,
i commenti sono chiusi


mi toglie la voglia di stare ancora a sbattermi per la mia famiglia… tanto che soddisfazione ne ho? mi offendono perfino ma non con le parole in faccia, quando sono a 900km da me… troppo codardo per affrontarmi direttamente perché sotto sotto sa che lui sbaglia e che sono io ad avere ragione, ma piuttosto di ammetterlo… si usa la cattiveria pure via email, per farmi sentire in senso di colpa.

Beh vi dirò, anche se sono incazzata come una iena oggi, sono apposto con me stessa, ho già detto alla mia collega che se mi cerca mio padre di dire che non ci sono, e se mi chiamerà… gli dirò che sono sul mio lavoro e che non deve più chiamarmi qui!
Per un pò non voglio avere a che fare con lui, e nemmeno litigarci, ormai ho capito che è un carattere assurdo che per come si comporta cerca solo quello di litigare e offendere la gente! Me compresa!

Ho scritto alla sua compagna spiegandole il fatto, e lei mi ha detto che infatti è lui a comportarsi cosi, che quando fa le cose come la mail di stamane, lei non ne sa mai nulla.
Lei invece si è trovata bene qui, ed è stata contenta di come si è trovata qui. Beh almeno quello. Dopo tutti i sacrifici ed i lavori che abbiamo fatto per loro. Almeno che lei si sia trovata bene.

Oggi ho una rabbia in me che è illimitata proprio… ho un disgusto del comportamento di mio padre che aumenta ogni giorno sempre di più… ormai sono arrivata al punto di non ritorno, non lo sopporto più! E meglio che mi stia alla larga per un bel pò!

Che vita che ho sempre… sono stanca e stufa di tutto!
Cerco di ritrovare un pò di senerità nella mia testa, ma mi sento soffocare!

L’essere buoni e bravi non serve mai ad un tubo! 28 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Argomenti vari.
Tag:, , , ,
i commenti sono chiusi


Oggi sono furente… ho appena letto una mail che mio padre mi ha mandata e che non mi meritavo affatto…
Mi sto trattenendo di mandarlo a quel paese per davvero… mi viene solo voglia di piangere oggi… ancora una volta ha dimostrato che è solo un coglione!

Questo è la sua email… in francese poi ve la tradurrò…

Bonjour,

Quand Chantal m’a demandé si je voulais aller vous voir à Turin, j’étais super heureux, nous avons donc profité du congé de Chantal pour le carnaval pour faire le voyage.
J’étais réellement content de vous revoir, et de passer quelques jours avec vous.
Mais je crois que j’aurais mieux fais de rester chez moi, car comme j’ai constaté nous vous avons dérangé et contrarié dans vos habitudes.
Je sais que vous avez fait ce que vous avez pu, mais lorsque j’ai levé les yeux vers votre étage pour vous faire signe avant de partir quand j’étais près de ma voiture, je n’ai vu personne pour nous dire aurevoir. Là j’ai compris que pour vous nous n’étions vraiment pas grand chose.
Ce sera pour moi la dernière expérience que tu m’as fait vivre car ta hargne quand tu me parles, me fait comprendre que je ne compte pas pour toi.
Tu as toujours ta famille(oncle et tante) comme tu dis pour t’aider quand tu as besoin, mais faudra plus trop compter vec moi.
Excusez-nous encore de vous avoir porté si peux et de vous avoir embêté chez vous.

Ciao,
Quando Chantal (sua compagna) mi ha chiesto se volevo andare a Torino da voi per andare a trovarvi ero molto felice, abbiamo presi i giorni di ferie di lei per potere fare il viaggio e venire da voi.
Ero felice di rivedervi e di passare qualche giorni con voi.
Ma penso che avrei fatto meglio rimanere a casa mia, perché ho notato che vi abbiamo disturbati e contrariati nelle vostre abitudini.
So che avete fatto il possibile, ma quando ho alzato gli occhi prima di andarmene via e che ero vicino a mia macchina, non ho visto nessuno per salutarci. Li ho capito che non siamo poi grande cose per voi.
Sarà per me l’ultima esperienza che mi fai vivere, tua malvagità quando mi parli, mi fa capire che non conto nulla per te.
Hai sempre la tua famiglia (ziiz e zie) come mi hai detto per aiutarti quando avrai bisogno, ma non bisognerà più contare su di me.
Scusaci ancora du averti portato cosi poco e di avervi annoiati a casa vostra.


Ecco la mail che mi ricevo dopo tutte le cose che sia Fil che io abbiamo fatto per fargli stare bene!
Ho una famiglia di merda… la tentazione di tagliare i ponti con lui è molto forte questa mattina… non mi merito questa email, non è mai contento, fa la vittima e offende pure… perché non siamo stati li a salutargli dalla finestra… ma che se ne vada a fanc………!

A domani… 27 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Argomenti vari.
Tag:
i commenti sono chiusi


Argomenti difficili quelli che ho toccato prima, ma mi andava di farlo, perché mi sentivo in me di fare cosi… avevo bisogno di sfogarmi…
Ora la giornata piano piano sta finendo… io sono stanchissima, ho proprio bisogno di calma e di nient’altro!
Vi auguro una bella serata… un bacione…

a domani…

Muriel

I vaccini non bastano, bisogna trovare cure valide contro i tumori… 27 Febbraio 2007

Posted by firebird76 in Senza categoria.
Tag:, , , , , , ,
i commenti sono chiusi


I vaccini non basterano mai… ed intanto tutti i casi di tumori più aggressivi aumentano a vista d’occhio… devono trovare cure più mirate… i vaccini non sono sufficienti!

Papilloma virus, verso un vaccino anche per gli uomini…

Potrebbe essere opportuna anche per gli uomini la vaccinazione contro il Papilloma virus (HPV), principale responsabile del tumore del collo dell?utero ma anche di molte malattie sessualmente trasmesse, come i condilomi. È un orientamento sempre più condiviso dagli oncologi, come è emerso a Parigi nel Congresso Internazionale sulle terapie anti-cancro (Icact). C?è chi legge in quest?ottica, per esempio, le decisioni dell?ente statunitense per il controllo dei farmaci, (Fda), che ha approvato il rimborso del vaccino anti HPV per i gay, fra i quali le probabilità di avere alterazioni pre-neoplastiche a causa del Papilloma virus sono stimate nel 30%. E l?ente europeo per il controllo sui farmaci (Emea) ha approvato la vaccinazione anti-HPV per tutti gli adolescenti (femmine e maschi da 9 a 14 anni) e per le giovani donne fino a 27 anni. «Senza contare che, sia negli uomini che nelle donne il Papilloma virus è la causa del 92% dei tumori dell?ano e di circa la totalità dei tumori genitali», ha osservato il direttore del dipartimento di Ginecologia oncologica dell?università di Brescia, Sergio Pecorelli.

Ecografia potenziale salva-vita in emergenza

Giro di boa per l?ecografia. Oggi questo esame, tradizionalmente conosciuto per il suo ruolo soprattutto in ambito ginecologico e cardiologico, dovrebbe diventare parte integrante dell?approccio al paziente in medicina d?urgenza. Ma mancano gli strumenti, a Milano come nel resto d?Italia. L?allarme viene lanciato in occasione del 1° Congresso Italiano di Ecografia in Emergenza-Urgenza e Terapia Intensiva. «L?ecografia riveste un ruolo basilare nell?ambito del funzionamento delle procedure di pronto soccorso – spiega Luca Neri, Presidente del Comitato Organizzativo del Convegno e promoter di questo nuovo ruolo dell?ecografia -. La sua applicazione tradizionale si trasforma e diventa point-of-care, cioè va direttamente al letto del paziente o sul luogo di un incidente, dove vengono prestate le prime cure. Si può evitare così, quando il paziente è incosciente, in stato di shock cardio-circolatorio e non responsivo ai trattamenti d?urgenza, il passaggio al Servizio di radiologia, risparmiando quella manciata di minuti spesso fondamentale per salvare una vita».

Tumore seno, positivo nuovo regime di cure

Una nuova linea terapeutica basata sull?uso del tamoxifene per soli due anni e poi la sua sostituzione con un?altra classe di farmaci contro il cancro al seno, riduce il rischio di morte per questo tumore e le complicazioni associate all?uso continuato di tamoxifene. Lo dimostra uno studio italiano pubblicato sulla rivista Cancer da Francesco Boccardo, dell?Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova. Su quasi mille donne gli oncologi hanno visto che, se dopo due anni di terapia con tamoxifene (molecola che riduce gli ormoni estrogeni) si passa agli inibitori dell?aromatasi (aminoglutetimide e anastrozolo), aumenta il tasso di sopravvivenza e diminuisce il rischio di morte associato a varie cause a loro volta legate a uso continuato di tamoxifene.